Scegliere l’armadio giusto: cosa prendere in considerazione?

Scegliere l’armadio giusto: come fare? Quali sono le cose da prendere in considerazione? Cosa bisogna valutare? Probabilmente sono domande a cui hai pensato a lungo. Qual è l’armadio che soddisfa al meglio le tue esigenze?

Questione di costi, di gusti ma soprattutto di spazi

Per scegliere l’armadio giusto bisogna valutare diverse cose. Di solito si considerano i costi e i gusti personali, ma una cosa che non si può assolutamente trascurare è lo spazio. Ma prima di parlare di questo, vediamo in seguito le tipologie principali di armadi: l’armadio battente, l’armadio scorrevole e la cabina armadio. Sono differenti sia a livello di costi sia a livello di capacità.

Armadio battente

Si tratta dell’armadio più economico e più utilizzato. Ha la grande comodità che, una volta aperto, ciò che c’è al suo interno è completamente visibile, a differenza dell’armadio scorrevole. Per questo tipo di armadio lo spazio è decisamente importante perché bisogna calcolare, appunto, l’ampiezza dell’apertura delle ante e lo spazio percorribile tra esso e un altro mobile, come ad esempio il letto. Se c’è un buono spazio è la soluzione ideale. Esistono modelli per ogni gusto, con gola, maniglie (che sono di un’infinità di modelli) e c’è anche la possibilità di avere delle fasce centrali con trame lavorate.

Armadio scorrevole

L’armadio scorrevole è molto pratico per gli ambienti con spazi ridotti. Un’ottima soluzione nel momento in cui la stanza ha, appunto, uno spazio limitato che va ottimizzato al massimo. A essere più precisi, è adatto dove c’è poco spazio in apertura, perché ovviamente l’apertura dell’anta è da tener sempre in conto. Più profondo dell’armadio battente, ha il difetto che non si possono aprire entrambe le ante contemporaneamente, rendendo la visibilità al suo interno più ridotta.

Cabina armadio

La cabina armadio è la soluzione ideale per chi ha uno spazio più grande a disposizione. Si può anche creare una cabina armadio con un bugdet ridotto, non è necessariamente dispendiosa. Ce n’è per tutte le tasche. Inoltre la si può avere aperta, chiusa, può essere inserita dentro una stanza, si può mettere un vetro davanti, può essere per metà aperta e per metà chiusa… le combinazioni di certo non mancano. Si può fare quello che si vuole ma l’importante è avere, come dicevo, spazio a disposizione.

Il bello della progettazione sta nel poter combinare

Questi sono i tre tipi principali di armadi, ma sarai felice di sapere che c’è la possibilità di unire diverse caratteristiche degli stessi, ossia combinare. In questo modo si riesce a soddisfare le esigenze tecniche con gusti e budget. Soluzioni ibride, rese necessarie sia dagli spazi a disposizione sia delle necessità che il cliente fa emergere.

Sono davvero tante le soluzioni che si possono combinare. Si può fare, ad esempio, una parte di cabina armadio e una parte armadio chiuso, come è possibile fare un armadio completamente chiuso ma con le due ante centrali vetrate.

Altre soluzioni che si potrebbero pensare sono, ad esempio, gli armadi con l’inserimento del vano tv, gli armadi con l’inserimento dei vani a giorno che spezzano un po’ l’andamento dell’armadio classico o semplicemente gli armadi a specchio. Riguardo a questi ultimi è possibile anche evitare lo specchio e utilizzare un vetro riflettente.

Scegliere l’armadio giusto

Ovviamente questi sono solo alcuni esempi, le combinazioni possono essere davvero tante ma non bisogna mai dimenticare che la cosa più importante riguarda lo spazio. Tutto si può fare nei limiti dello spazio. Se vuoi saperne di più, come sempre, contattaci! Puoi scriverci anche su Facebook e Instagram. Saremo lieti di mostrarti le mille possibilità per scegliere l’armadio giusto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *