Piano cottura a fiamma diretta: una valida alternativa

Devi scegliere un piano cottura e ti domandi se sia meglio quello a induzione o quello a gas? Sai che esiste anche il piano cottura a fiamma diretta? No? Niente panico! Esiste una quantità sconfinata di piani di cottura e scegliere il migliore per le tue esigenze dipende da diversi fattori:

    • il numero di pentole che puoi utilizzare contemporaneamente
    • i tuoi consumi
    • la tua sicurezza
    • la qualità della cottura delle tue pietanze
    • la riuscita delle tue cene

Piano Cottura Induzione o Piano Cottura a Gas?

Se non hai già letto la mia esperienza diretta con il piano cottura ad induzione (che puoi leggere qui), ti riassumo brevemente i principali vantaggi rispetto al tradizionale gas:

  • non consuma gas
  • è pratico da pulire
  • nessun pezzo da smontare
  • alta velocità di cottura
  • sicurezza nell’utilizzo (non ti scotti).

Ma oggi voglio parlarti di un’altra variante al tradizionale piano cottura a gas:

Il piano cottura a fiamma diretta

Rispetto al classico bruciatore ha appunto una fiamma diretta che va a scaldare le pentole. Il suo principale vantaggio quindi è la minor dispersione di calore per ottenere la cottura dei cibi, che significa:

  • riduzione del 20% dei tempi di cottura
  • riduzione del 22% del gas impiegato per cucinare (e risparmio in bolletta)
Bruciatore a gas e bruciatore a fiamma diretta a confronto
fonte: Ariston Direct Flame Technology

In questo momento, le aziende che lo producono sono:

  • Sholtès
  • Hotpoint Ariston
    … che poi è la stessa azienda (te lo dico perché devi avere tutte le info del caso)
  • Candy
  • Samsung (che usa una tecnologia leggermente diversa)

I primissimi modelli di tre anni fa non avevano una ghisa tanto pratica da pulire, infatti ne abbiamo sostituiti più di qualcuno. Poi col tempo sono molto migliorati, ma c’è da dire che hanno bisogno di una pulizia più accurata per rimanere sempre belli da vedere.

Devi considerare poi cosa cucini più spesso e quali padelle utilizzi. Te lo faccio presente perché un altro bel vantaggio del piano cottura a fiamma diretta è l’uniformità di cottura: è molto meno rischioso, per esempio, che le tue frittate brucino sui bordi o si asciughino troppo al centro. Anche se come me non sei uno da MasterChef, sarà più facile che i tuoi piatti risultino perfettamente cotti in ogni punto.

E il difetto del piano cottura a fiamma diretta? Se sei poco attento (come capita spesso anche a me) e fai traboccare il condimento sul piano, corri il rischio che si intasino gli ugelli del gas, visto che sono orizzontali. Altra cosa da considerare sono i costi: mediamente il loro prezzo è un 40% superiore rispetto ad un piano cottura tradizionale a gas e si avvicina al prezzo di un piano cottura ad induzione.

Ti chiederai: sì, ma come trovo il piano di cottura adatto alle mie esigenze? Per saperlo è fondamentale rivolgersi a un professionista delle cucine. Esistono tante variabili nei piani cottura e, se non vieni seguito da un arredatore che conosce bene i prodotti e le abitudini in cucina, rischi di fare una scelta di cui ti pentirai. Il piano cottura perfetto per te è quello che tiene conto delle tue necessità e che va a soddisfare esattamente le tue richieste specifiche. Noi di SpazioCucina facciamo esattamente questo: mettiamo a disposizione la nostra esperienza e la nostra formazione per farti scegliere la cucina più adatta a te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Un commento su “Piano cottura a fiamma diretta: una valida alternativa”