Ospiti in cucina. Aggiungi un posto a tavola… se c’è uno spazio in più

Del nostro questionario avevamo già parlato in questo articolo. Oggi ti spiegherò il perché di una delle prime domande presenti in esso, legata allo spazio e all’importanza di ricevere ospiti in cucina.

Prima di procedere a scegliere una cucina su misura, infatti, ti chiederò informazioni proprio sulle tue abitudini di accoglienza. Eh no, non è per farmi gli affari tuoi, ma per mettere in evidenza le diverse soluzioni a seconda delle risposte che mi darai. Qualche esempio?

Non ami avere ospiti in cucina per aperitivi o pranzi? Oppure non ami proprio cucinare e la cucina la utilizzi il minimo indispensabile, magari perché stai poco a casa o per pigrizia? Qualunque siano le tue ragioni, quello che è certo è che in questi casi necessiti di poco spazio nella zona cucina. Quindi perché progettare una cucina faraonica, spendendo tanto, quando puoi tranquillamente avere un angolo funzionale e a costi contenuti? Magari quello spazio puoi sfruttarlo per altre esigenze casalinghe.

Se invece gli ospiti in cucina per te sono una gioia o addirittura ami cucinare in loro compagnia, beh qui dello spazio c’è bisogno eccome! E come ti piace accogliere i tuoi amici? Direttamente a tavola o magari con un bell’aperitivo servito su un bancone da ricavare proprio nella tua cucina?

Che poi non so se ti è mai capitato di dividere una cucina con dei coinquilini universitari. Hai presente quegli spazi minuscoli dove si finiva per stare tutti insieme in un delirio senza fine? Chi era ai fornelli, chi preparava un aperitivo, chi tentava di lavare i piatti, chi prendeva una cosa al volo da frigo finendo per intralciare il resto del gruppo: quanto può essere irritante muoversi in spazi di passaggio angusti? Per non parlare poi di quanto diventi difficile anche tentare di fare conversazione lì dove nel giro di poco si è creato il caos.

Se poi hai figli, che ne pensi di uno spazio dedicato a loro che tenga conto delle loro specifiche esigenze? Magari un tavolino tutto per loro dove possano fare merenda o colazione la mattina. E se lo spazio non è molto, un tavolino apri e chiudi potrebbe essere una soluzione ideale.

Dì la verità, te le hanno chieste queste cose quando stavi scegliendo la cucina? Ti hanno fanno notare tutti questi dettagli e le possibili conseguenze di una scelta errata? A volte la fretta di concludere gioca brutti scherzi, noi ti consigliamo sempre di prenderti il giusto tempo per una decisione che farà parte della tua quotidianità per molto tempo e per non toglierti il piacere di viverti al meglio la cucina e gli ospiti che desideri accogliere.

A presto,
Fabio 🙂