Nella puntata precedente ti ho spiegato come non farti prendere in giro dai paroloni senza senso che senti dai venditori: cliccando qui puoi leggere la verità sul “truciolare idrorepellente”.
Credo però di avere dato per scontato un’informazione: quando giri per trovare una cucina non senti parlare tanto del materiale che viene usato per l’interno dei pannelli, ma senti sicuramente queste parole:

  • nobilitato
  • laminato
  • laccato
  • impiallacciato

Per la verità non credo che chi vende cucine sappia esattamente quali sono i materiali che ci sono all’interno di tutte le ante che propongono.
Non sto parlando dell’artigiano di turno, parlo di che vende una cucina industriale.

Quindi immagino le tue difficoltà a capirlo, che non fai parte di questo mondo.

Mi ricordo di un cliente, Franco, che insisteva nel volere per forza una cucina con le ante in legno perchè così “la cucina dura di più”.
Infatti aveva in mano un preventivo di una cucina con le ante impiallacciate in rovere della Scavolini.

Effettivamente è vero, l’anta impiallacciata in rovere è un’anta in legno. Si, come il lingotto placcato oro che ti spacciano per oro massello. Il fatto è che un’anta in legno non vuol dire niente.
Legno massello? Listellare? Multistrato? Ma di questo ne parlo nel prossimo articolo.

La seconda considerazione è che di legno, in questi modelli, c’è solo il contorno.
L’interno di queste ante non è in legno ma in truciolare, quello dell’articolo precedente.

Sono fatte così:

impiallacciato

Quel foglietto sottile di legno è tutto il legno che troverai in quell’anta.
Te lo ripeto: tutto il legno è in quella scorza sottile che vedi nella foto sopra.

Sotto, all’interno dell’anta, trovi il truciolare. Quindi la domanda è: pensi davvero che questa “anta in legno” ti garantisca più durata nel tempo?

Se vuoi parlarmi di estetica, di sensazione al tatto, entriamo in un altro discorso. Ma con la qualità e la durata queste cose non c’entrano proprio niente.

Mi capisci vero? Se la metti sul piano della qualità, non chiedere ai commessi con che materiale è fatta un’anta all’esterno, ma informati su cosa hanno usato all’interno.
Perchè se vuoi una cucina con un prodotto più resistente devi cercare un’anta che sia in multistrato.

Ricordati solo questa parola: multistrato. Qualsiasi altro materiale non c’entra con la durata della cucina.

Questo perchè il multistrato garantisce una tenuta maggiore delle viti con cui viene fissato, a differenza del truciolare che è meno compatto. Capisci cosa intendo guardando queste due immagini:

truciolare multistrato

E’ chiaro che se fisso le viti delle cerniere su un truciolare poroso, resistono meno nel tempo rispetto a fissarle su un tuciolare.

Attenzione, ho detto meno, non pochissimo.

Un cucina con un ottimo truciolare dura tranquillamente 15-20 anni se la tratti bene, ma spendi molto meno quando l’acquisti.
Una cucina con le ante e la struttura in multistrato dura anche 30 anni, ma spendi almeno dal 25% al 40% in più quando la compri.

La domanda è: quanto vuoi investire nella nuova cucina e quanto pensi di rimanere in questa abitazione?

Ci si vede in giro.
Fabio

CTA GRAFICA

The following two tabs change content below.
Fabio Dal Zotto
Vivo a Thiene e da oltre 12 anni mi occupo di arredamento di interni. Ho ideato il sistema SpazioCucina™ perchè sentivo che ai miei clienti non bastava più un insieme di "pezzi di legno ed elettrodomestici al miglior prezzo", ma cercavano un risultato specifico per le loro esigenze. Senza rischi e senza sorprese.