Massimo, un mio amico di Vicenza, poco più di 3 anni fa ha comprato un’auto, una famosa Volkswagen Golf serie 6. L’ha portata a casa felice come un bambino il giorno di Natale.

Da due mesi l’auto è dal meccanico un giorno alla settimana. Massimo adesso è felice come un bambino che trova un vocabolario sotto l’albero di Natale.
Purtroppo non riescono a sbloccare la marmitta che si è intasata, l’auto perde potenza e va malissimo. La sbloccano per qualche giorno e poi torna ad avere problemi.

Il meccanico gli ha spiegato che queste auto hanno bisogno di scaldarsi per mantenere pulita quella parte di marmitta che adesso gli sta dando problemi.

Vuol dire che deve fare abbastanza strada per poter scaldarsi a sufficienza.
E lui, da casa al lavoro, ha meno di 5 chilometri. Che non è esattamente tanta strada.

5 Domande per capire come ha fatto Massimo a cacciarsi in questo guaio

1. Chi doveva sapere questo dettaglio? Massimo oppure chi gliel’ha venduta?

Ok, lui aveva già deciso che macchina voleva. E’ entrato in una concessionaria, ha trattato il prezzo, e gliel’hanno venduta.

2. Se qualcuno di più esperto gli avesse detto che molto probabilmente tra 2 anni avrebbe avuto questo problema, sei sicuro che Massimo l’avrebbe comprata lo stesso?

Attenzione, ti faccio notare una cosa: NON è un problema dell’auto, semplicemente questo modello è tarato per fare un po’ più di strada. Se l’avessi comprata io non avrei questo fastidio adesso.
Quindi il prodotto non è difettato, il cliente non è stato “truffato” e il venditore gli ha dato quello che Massimo gli ha chiesto.



CTA GRAFICA



3. Ma se il venditore avesse fatto un’analisi accurata delle esigenze di Massimo PRIMA di pensare a vendere quello che voleva il cliente, sarebbe venuto a galla questo dettaglio o no?

Se il venditore si comportasse da esperto del settore, e non da venditore e basta, si potrebbero evitare questi problemi?
Purtroppo, per la maggior parte di loro il rischio di perdere la vendita per paura di non assecondare il cliente è troppo alta.

4. Secondo te, adesso Massimo andrà ancora in quella concessionaria?

Anzi, da oggi in avanti con quale spirito entrerà in QUALSIASI negozio?

Pensando esattamente a questo: “devo stare attento al venditore, vuole solo farmi firmare, sono tutti furbi e pensano solo al loro profitto”.

Ed è più o meno quello che pensiamo tutti, perché tutti almeno una volta siamo stati scontenti per qualcosa che non ci hanno detto PRIMA di comprare qualcosa.

Frutto della politica di quasi tutti i commercianti dagli anni 80 fino ad oggi.

5. Pensi che per le cucine sia diverso?

Se ti fa piacere puoi rispondere nei commenti.
Alla prossima!



CTA GRAFICA



The following two tabs change content below.
Fabio Dal Zotto
Vivo a Thiene e da oltre 12 anni mi occupo di arredamento di interni. Ho ideato il sistema SpazioCucina™ perchè sentivo che ai miei clienti non bastava più un insieme di "pezzi di legno ed elettrodomestici al miglior prezzo", ma cercavano un risultato specifico per le loro esigenze. Senza rischi e senza sorprese.